Il sito 'cgilbelluno' (http://www.cgilbelluno.it) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sede Viale Fantuzzi n° 19 32100 Belluno tel 0437948046-7-8-9 - fax0437940281
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.      pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segretario Generale Mauro De Carli cellulare 348 1303211
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Unterberger, è la settimana della verità  
 
Perarolo. Positivo l’incontro di ieri tra la Sant’Orso, il sindacato e Veneto Sviluppo. Venerdì parola al curatore fallimentare  
le reazioni  
Il sindaco Svaluto Ferro: «Noi vigileremo»  
«Dobbiamo agevolare in tutti i modi possibili il buon fine di questa operazione», ha affermato Matteo Toscani al termine dell'incontro con Veneto Sviluppo, «con tutti gli strumenti disponibili: il suo impatto sulla fiducia e quindi sulle possibilità di rilancio del territorio è infatti significativo. Dobbiamo evitare lo smembramento dell’attività tra marchio, impianti e stabile, anche perché c’è la possibilità che a imprenditori veneti subentrino altri imprenditori veneti. Confido nell’interesse di tutte le parti in causa e nella comprensione del curatore: sarebbe inaccettabile una soluzione parziale che prevedesse la vendita del marchio e dei macchinari e il conseguente abbandono di un fabbricato in pieno centro del paese. L’amministrazione sarà molto attenta a valutare proposte diverse». «La Cgil», ha sostenuto Ludovico Bellini, «si augura che il contatto avviato consenta il mantenimento dell’attività produttiva in un momento molto delicato per la provincia e confida anch’essa che il curatore valuti attentamente l’opportunità di evitare soluzioni parziali, privilegiando invece il rilancio industriale». «Alla nostra amministrazione», ha commentato infine Pierluigi Svaluto Ferro, sindaco di Perarolo, «interessano la prosecuzione dell’attività economica e produttiva, il recupero dei posti di lavoro, la difesa e il mantenimento in loco di un marchio e di un prodotto storici per la zona del Cadore. Staremo dunque attenti a qualsiasi offerta che non vada nella direzione auspicata o che possa far pensare a operazioni di speculazione edilizia». (s.v.) 

Leggi tutto

Stampa

La decisione della Cgil di non aderire alle «linee programmatiche per la crescita della produttività e della competitività in Italia»

 

bellini1La decisione della Cgil di non aderire alle «linee programmatiche per la crescita della produttività e della competitività in Italia», che il governo Monti ha sottoposto alle organizzazioni sindacali, è dettata dalla volontà  di approfondire ulteriormente la discussione su alcuni elementi non condivisibili per chi rappresenta il mondo del lavoro dipendente.

Leggi tutto

Stampa

Acqua, nuovo ricorso contro l’aumento  
Da gennaio l’incremento del 30%: Cgil, Uapi, Appia, Ascom e Federconsumatori chiederanno la sospensiva a Napolitano  
BIM GSP»LA RIVOLTA DELLE ASSOCIAZIONI 
di Paola Dall’Anese wBELLUNO Bloccare a ogni costo l’aumento del 30% (anzi 35% visto che c’è anche il surplus annuo del 5%) della tariffa dell’acqua, previsto dal primo di gennaio 2013. È quanto vogliono fare i soggetti che, nel settembre scorso, avevano presentato un ricorso al Tar e al capo dello Stato per denunciare l’illegittimità di quel balzello. Cgil, Uapi, Appia, Ascom, Federconsumatori e Acqua bene comune si troveranno nei prossimi giorni per presentare una richiesta di sospensiva della delibera al presidente Napolitano, in attesa di vedere la decisione del Tar Veneto. I due ricorsi, infatti, sono stati unificati nelle settimane scorse.

Leggi tutto

Stampa

por lavoro articolo 1 bILANCIO 
di vittorio progetto sviluppo1 bruno trentin