Il sito 'cgilbelluno' (http://www.cgilbelluno.it) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

cgil

Sede Viale Fantuzzi n° 19 32100 Belluno tel 0437948046-7-8-9 - fax0437940281
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.      pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segretario Generale Mauro De Carli cellulare 348 1303211
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FONDO WELFARE E IDENTITÀ TERRITORIALE

 

COMUNICATO STAMPA

Belluno, 7 novembre 2018

Devastazione per il maltempo: il Fondo Welfare e Identità Territoriale attiva un conto corrente per la raccolta di fondi da destinare alla popolazione bellunese

Il neonato “Fondo Welfare e Identità Territoriale” ha aperto oggi, mercoledì 7 novembre, un conto corrente per la raccolta di fondi da destinare alle popolazioni del territorio di Belluno devastato dall’alluvione e dal maltempo. Si tratta del primo atto concreto del Fondo costituito lo scorso 15 ottobre, coordinato dalla Provincia e a cui aderiscono Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 1 Dolomiti, Cgil e Cisl, Consorzio Bim Piave, Diocesi di Belluno-Feltre, Confartigianato, Ascom, Appia, Confagricoltura e Confindustria. La decisione è stata presa lunedì 5 novembre nel corso di una riunione alla quale hanno partecipato i rappresentanti di tutte le associazioni di rappresentanza territoriali, gli enti locali e la Diocesi.

Una scelta indifferibile quella di avviare la raccolta dei fondi, per un soggetto che nasce per fare rete sul territorio e mettere in campo in maniera sinergica risorse, progetti e iniziative per affrontare attivamente alcuni temi critici per il Bellunese, a partire dallo spopolamento e i disagi sociali ed economici per famiglie, anziani, giovani e lavoratori determinati dall’abbandono delle terre alte. E se è vero che il Fondo fa della solidarietà la sua cifra distintiva, era impossibile non attivarsi immediatamente a sostegno delle popolazioni dei paesi messi in ginocchio dal maltempo che nei giorni scorsi ha devastato la montagna, raso al suolo boschi, distrutto acquedotti e collegamenti elettrici.

L’invito che il Fondo rivolge a tutti i cittadini è quello di contribuire al ritorno alla normalità delle popolazioni della provincia colpite dall’alluvione. I fondi raccolti saranno gestiti dal Comitato Welfare e Identità Territoriale e destinati a progetti individuati dal Comitato del fondo che, per sua composizione - Provincia e Conferenza dei Sindaci, Sindacati, associazioni di rappresentanza, Bim e Diocesi - sarà in grado di individuare a 360 gradi e in modo preciso i bisogni primari delle popolazioni colpite.

Il conto corrente, intestato al Comitato Fondo Welfare e Identità Territoriale, è stato attivato presso la Banca Prossima, filiale di Belluno.

Il Codice IBAN per effettuare i versamenti è: IT61 T033 5901 6001 0000 0162 717

La causale da inserire: “Solidarietà per l’emergenza nel bellunese

Stampa

por lavoro articolo 1 bILANCIO 
di vittorio progetto sviluppo1 bruno trentin