Il sito 'cgilbelluno' (http://www.cgilbelluno.it) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

sicurezza

RLST Gianfranco Bee
cellulare 3421708536 email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. pec  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Con la crisi calano gli infortuni  
 
Diminuiscono gli incidenti sul lavoro, ma gran parte del “merito” è dovuto alla minor occupazione  
BELLUNO Calano gli infortuni sul lavoro in provincia di Belluno. I dati Inail, che si riferiscono al 2011, parlano di una diminuzione dell'8 per cento degli infortuni femminili, che sono passati dai 1135 del 2010 ai 1015 del 2011. Più leggera la flessione tra i maschi, passati dai 2183 infortuni registrati nel 2010 ai 2024 del 2011. Numeri che non devono impressionare, perché ha inciso anche la particolare congiuntura economica che sta vivendo la provincia. Come spiega Lorenzo Marzemin, dell'Inail: «I dati mostrano un calo degli infortuni, un trend positivo che va avanti da qualche anno, ma non dipende solo da una migliore prevenzione. Per il 50 per cento incide anche la crisi economica».

Leggi tutto

Stampa

  • 1
  • 2
por lavoro articolo 1 bILANCIO 
di vittorio progetto sviluppo1 bruno trentin