Il sito 'cgilbelluno' (http://www.cgilbelluno.it) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

inca

FIOM

Direttore Provinciale Mara Carlin tel 0437 942553 cellulare 3480126640
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ANDAMENTO DELLE SEGNALAZIONI DI SOSPETTE MP NELLA REGIONE VENETO

In perfetto allineamento con i dati Eurostat che ne rilevano l’andamento all’interno dell’Unione europea, anche l’analisi ora condotta annualmente, e non più per biennio, dagli Spisal, evidenzia a livello regionale veneto un andamento significativamente crescente delle segnalazioni/denunce di patologie di origine professionale derivanti da rischi di natura ergonomica, così come confermato, tra l’altro, dall’ultimo rapporto nazionale Inail (2011).

Leggi tutto

Stampa

LE MALATTIE PROFESSIONALI NEL SETTORE EDILE: QUALE TUTELA?

Ogni anno avvengono più di 7 milioni di incidenti sul lavoro (più o meno gravi, che comportano tre o più giorni di assenza); l’Organizzazione Internazionale del Lavoro stima che ogni anno 159.500 lavoratori dell’Unione Europea allargata muoiono a causa di malattie di origine professionale; se a questi aggiungiamo le 5600 persone che, secondo stime Eurostat, perdono la vita a causa di infortuni sul lavoro (sempre all’interno dell’Unione Europea), arriviamo a calcolare che ogni 3 minuti e mezzo un lavoratore, entro l’Unione europea, muore a causa ed in circostanze di lavoro.

Leggi tutto

Stampa

I DISTURBI MUSCOLI-SCHELETRICI: UNA NUOVA PRIORITA’ NEL CAMPO DELLA PREVENZIONE


Come ci confermano i dati Eurostat, all’interno dell’Unione Europea le patologie muscoloscheletriche a carico degli arti superiori (i cosiddetti Disturbi Muscolo Scheletrici o Dms) rappresentano, nel loro complesso, una delle più diffuse patologie ascrivibili al lavoro; né fa eccezione il n, ostro paese, ove questi disturbi sono quelli più frequentemente denunciati all’Inail, rappresentando da soli, con ben 26.000 casi denunciati nel 2010, circa il 60% dei casi complessivamente segnalati.

Leggi tutto

Stampa

RISCHIO DA ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO


Il D.Lgs. 66/2000, relativo alla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti dall’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni, recependo due direttive comunitarie in materia, introduce alcune modifiche al D.Lgs. 626/1994, tra cui l’inserimento, tra le sostanze, i prodotti ed i processi che espongono ad agenti cancerogeni, de “il lavoro comportante l’esposizione alle polveri di legno duro”.

Leggi tutto

Stampa

AGGRAVAMENTO CONSEGUENTE AD INFORTUNIO: COME E QUANDO LO SI PUO’ CHIEDERE?


Ai sensi dell’art. 13 del Decreto Lgs 38/2000, il lavoratore che abbia subito un infortunio sul lavoro, per il quale l’Inail abbia riconosciuto una menomazione dell’integrità psico-fisica pari o superiore al 6% ed inferiore al 16%, e che perciò sia stato già indennizzato in capitale, in caso di peggioramento delle condizioni di salute, e quindi di aggravamento del danno subito, ha diritto a richiedere entro 10 anni dalla data dell’evento:

Leggi tutto

Stampa

por lavoro articolo 1 bILANCIO 
di vittorio progetto sviluppo1 bruno trentin