Il sito 'cgilbelluno' (http://www.cgilbelluno.it) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Trasporto per turnisti, salgono le adesioni  19-04-2013
 
Alla Luxottica di Agordo ieri l’ultimo incontro con sindacati e Dolomitibus per definire il servizio  
AGORDO In aumento i lavoratori di Luxottica che aderiranno al nuovo servizio di trasporto per turnisti. Il 2 maggio partiranno i tre mesi della sperimentazione sulle linee Belluno e Feltre del servizio di trasporto messo a punto dalle Rsu Cgil-Cisl-Uil, da Luxottica e da Dolomitibus per ovviare ai problemi di traffico che spesso si verificano all'uscita dei cancelli a causa della mancanza di parcheggi e alla sovrapposizione fra turnisti. La proposta sembra piacere sempre di più.

«Oggi», spiega Luigi Dell'Atti della Filctem Cgil, «abbiamo avuto l'ultimo incontro con l'azienda sull'adesione definitiva dei lavoratori al servizio. Alle 267 persone che avevano già detto di sì se se sono sommate un'altra sessantina. Fra i primi qualcuno ha poi disdetto perché da turnista è passato a giornata. Comunque il numero finale è di 304 persone. Solo loro beneficeranno della sperimentazione». Dopo l'incontro con la commissione trasporti, l'azienda ha iniziato a consegnate ai lavoratori i moduli per gli abbonamenti che verranno distribuiti il 29 e 30 aprile negli info point. Intanto i lavoratori della stamperia plastica hanno detto no all'aumento delle ore giornaliere (sabato) di straordinario (da sei a otto) proposto loro dall'azienda. «Nelle assemblee», spiega Dell'Atti, «si è democraticamente scelto di rimanere a sei ore. I motivi sono presto detti». Ciò che, secondo Dell'Atti, ha portato alla bocciatura del passaggio da sei a otto ore di straordinario è infatti la particolare situazione che sta vivendo il reparto di stamperia plastica. «Quest'area», dice il rappresentante della Filctem Cgil, «ha conosciuto nell'ultimo anno dei sensibili cambiamenti: ci sono stati dei grossi investimenti tecnologici che non sono finiti e che fra poco vedranno l'aggiunta di nuove linee e si è verificato un notevole aumento del personale che è passato dalle 170 unità dell'aprile 2012 alle 335 odierne. In buona sostanza è raddoppiato. I lavoratori hanno detto di no all'aumento orario per le varie problematiche organizzative aziendali che sussistono all'interno del reparto e non per una scarsa propensione all'impegno e al sacrificio. Anzi: va invece evidenziato come nel reparto di stamperia plastica (dove si lavora a turno alternato su tre turni) si sia registrata da gennaio ad oggi un'alta partecipazione agli straordinari. I numeri parlano chiaro: ha lavorato tutti i sabati (ad eccezione di quelli riservati alla flessibilità obbligatoria) il 50% dei lavoratori del primo turno, il 30% del secondo e oltre l'80% del terzo». (g.san.)

Da Corriere delle Alpi

Stampa