Il sito 'cgilbelluno' (http://www.cgilbelluno.it) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

NIDIL TOP A 2 1

Contatti NIDIL 2

decreto rilancioPUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO RILANCIO

Nella giornata di ieri è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge nr. 34 del 19/05/2020

Cosa succede ora alle indennità COVID-19 previste dal Decreto CuraItalia relativamente a lavoratori autonomi, co.co.co., collaboratori sportivi e dello spettacolo?

Vediamo in sintesi le misure previste:

LIBERI PROFESSIONISTI TITOLARI DI PARTITA IVA E ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS

Per i beneficiari dell'indennità di € 600,00  per il mese di marzo 2020, verrà automaticamente erogata un'indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020.  Riconosciuta inoltre una indennità  per il mese di maggio 2020 pari a € 1000,00 per i liberi professionisti che abbiano subito comprovate perdite (riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020 rispetto a quello del secondo bimestre 2019)

COLLABORATORI COORDINATI E CONTINUATIVI

Per i beneficiari dell'indennità di € 600,00  per il mese di marzo 2020, verrà automaticamente erogata un'indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020. Ai collaboratori coordinati e continuativi, iscritti alla gestione separata INPS, che abbiano cessato il rapporto di lavoro alla data di entrata in vigore del decreto, è riconosciuta un'indennità per il mese di maggio 2020 pari a € 1.000,00. Le modalità per la richiesta non sono state specificate.

LAVORATORI AUTONOMI ISCRITTI ALLA GESTIONE SPECIALE AGO (COMMERCIANTI, ARTIGIANI)

Per i beneficiari dell'indennità di € 600,00  per il mese di marzo 2020, verrà automaticamente erogata un'indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020.

LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE IMPIEGATI STAGIONALMENTE NEL TURISMO E STABILIMENTI BALNEARI

Per i beneficiari dell'indennità di € 600,00  per il mese di marzo 2020, verrà erogata un'indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020. Per il mese di maggio verrà riconosciuta un'indennità pari a € 1.000,00 L'indennità per il mese di aprile e maggio è estesa anche ai lavoratori somministrati del settore. Permangono gli stessi requisiti per il diritto.

INDENNITA' PER CATEGORIE NON INCLUSE NEL DECRETO CURAITALIA

Per i mesi di aprile e maggio 2020 è prevista un'indennità pari a € 600,00/mese ai lavoratori dipendenti e autonomi che abbiano cessato, ridotto o sopeso la loro attività o il rapporto di lavoro. Nello specifico:

  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quello del turismo e degli stabilimenti balneari, che hanno cessato il rapporto di lavoro nel periodo tra il 01/01/2019 e il 31/01/2020 e che hanno svolto attività lavorativa per almeno 30 giornate nel medesimo periodo
  • lavoratori intermittenti (cd. job on call/contratto a chiamata) che hanno svolto attività lavorativa per almeno 30 giornate nel periodo tra il 01/01/2019 e il 31/01/2020
  • lavoratori autonomi privi di partita iva, iscritti alla gestione separata INPS con il versamento di almeno 1 contributo nell'arco temporale di cui sotto e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, che nel periodo tra il 01/01/2019 e il 23/02/2020 siano stati titolari di contratti autonomi (ex art. 2222 c.c.) e che non abbiano un contratto in essere al 23/02/2020.
  • incaricati alle vendite a domicilio con reddito di attività per l'anno 2019 superiore ad € 5.000,00, titolari di partita iva, iscritti alla gestione separata INPS e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie

Tutti i soggetti:

  • NON devono essere titolari di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, diverso da quello intermittente.
  • NON devono essere titolari di pensione

LAVORATORI DELLO SPETTACOLO

Per i beneficiari dell'indennità di € 600,00  per il mese di marzo 2020, verrà  erogata un'indennità di pari importo anche per il mese di aprile  e maggio 2020. La medesima indennità è riconsciuta anche ai lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo  con almenno 7 contributi persati nel 2019 e reddito non superiore ad € 35.000,00. Non hanno diritto alla misura coloro i quali sono titolari di rapporto di lavoro dipendente  o titolari di pensione.

Per tutte le misure permane l'incumulabilità fra loro e l'incumulabilità con trattamento pensionistico, ad eccezione dell'assegno ordinario di invalidità (L. 222/1984).

 

NASPI E DIS-COLL

Viene prevista la proroga di ulteriori 2 mesi della NASPI (Disoccupazione Ordinaria) e della DIS-COLL (Disoccupazione Collaboratori) per tutti i beneficiari nei casi in cui la prestazione sia terminata nel periodo compreso tra il 01/03/2020 e il 30/04/2020 e purchè non siano percettori delle indennità covid-19 previste dal Decreto CuraItalia.

 

Vuoi maggiori informazioni?

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

20/05/2020


 

Stampa

por lavoro articolo 1 bILANCIO 
di vittorio progetto sviluppo1 bruno trentin