cgil
Sede Viale Fantuzzi n° 19 32100 Belluno tel 0437948046-7-8-9 - fax0437940281
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.      pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segretario Generale Mauro De Carli cellulare 348 1303211
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Infortuni sul lavoro


foto de carli articoliLa tragica morte di 4 lavoratori alla LAMINA di Milano, intervenuta proprio ad inizio del 2018, ripropone a scadenze cicliche il dramma degli infortuni nei luoghi di lavoro e quanto il tema della sicurezza sul lavoro rischi di diventare un solo elemento che fa notizia, nei suoi casi più drammatici, mentre nei fatti invece qualsiasi politica di prevenzione e di tutela dei lavoratori rischia di essere poco incisiva.
Lo diciamo proprio perché ci spiegano che a Milano tutto era in ordine, purtroppo poi qualcosa non ha funzionato, quel gas, l’argon, non doveva essere presente e i sensori non hanno suonato, sarà pur stata la casualità, ma le conseguenze sono state terribili.
Vediamo che c’e’ stata la notizia in prima pagina per qualche giorno e poi ora il tema ritorna nell’anonimato della quotidianeita’ e si continua a lavorare come prima.

Leggi tutto

Stampa

150 ORE 06 12 2017Per scaricare la Locandina clicca qui Pdf 250Kb

Stampa

 Manifestazione Torino 02-12-2017

man torino



Stampa

Relazione di Mauro De Carli all'assemblea Cgil di Belluno

foto de carli articoliLa nostra assemblea generale si svolge tre settimane dopo che il Veneto e la Provincia di Belluno hanno effettuato i referendum consultivi sulla cosiddetta autonomia ed ora si apprestano a condurre delle trattative con lo Stato e con la Regione stessa.
Questi eventi, seppur non abbiano avuto convinta partecipazione attiva da parte della CGIL, hanno innescato una serie di dinamiche all’interno del mondo politico, nel dibattito interno alle varie comunità locali e dell’associazionismo; noi, che non eravamo entusiasti della celebrazione dei referendum, ma ne abbiamo aspettato l’esito, peraltro del tutto scontato, ora siamo necessariamente costretti ad analizzarne gli sviluppi e dentro questi posizionare l’azione della CGIL.
Distinguerei tre singole fasi; il referendum ZAIA con tutte le nostre critiche sulla sua effettuazione, il referendum Belluno (con i dubbi sulle modalità e sulla paternità della sua indizione) con le nostre identiche critiche sulla sua oppurtunità ed infine le prospettive politiche che si stanno delineando su entrambi i casi.
La Regione Veneto, sulla base della guida leghista di Zaia, ha scelto la via dura per l’attuazione dell’articolo 116 della Costituzione sul regionalismo differenziato. Indire un Referendum, quando la Costituzione ti permette anche la via del semplice negoziato con il Governo, meno costosa per l’ente Regione, ha come significato quello di voler far crescere attorno al solo Zaia un consenso politico dei Veneti, senza rischio di una potenziale sconfitta, che ora il Governatore potra’ gestire per un qualsiasi suo interesse politico, personale o elettorale.

Leggi tutto

Stampa

Presidio Inps 02-11-2017

foto de carli articoliNel colloquio avuto con la Direttrice INPS e il Vice direttore abbiamo riportato le motivazioni del presidio (protestare contro l'atteggiamento dell' INPS che elabora "politicamente" meccanismi di pura burocrazia e ostacolo affinche' gli accortdi ottenuti con il governo trovino invece rapida e coerente soluzione a quella che definiamo una "prima forma di flessibilità in uscita") ed abbiamo appreso che:
gran parte delle respinte per "disoccupazione senza indennità da piu' di tre mesi", sulla base degli aggiustamenti trovati in sede nazionale e regionale tra Patronati e INPS, verranno rigestite internamente dall'istituto e quindi riviste, sulla base di un elenco fornito direttamente dall'INPS Regionale/nazionale

Leggi tutto

Stampa

por lavoro articolo 1 bILANCIO 
di vittorio progetto sviluppo1 bruno trentin