Il sito 'cgilbelluno' (http://www.cgilbelluno.it) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

FIOM

Segretario Generale Bona Stefano cellulare 3472862013  email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segretario Furlan Fabio cellulare 3466002746   email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Clivet frena e allunga la cassa

FELTRE Per adesso le certezze sono due: la produzione continua a risentire della crisi e del calo di commesse; e la cassa integrazione andrà avanti, per altre tredici settimane. Ma alla Clivet, la più grossa azienda privata del Feltrino, si guarda al futuro con preoccupazione. Il periodo nero prosegue e il colosso degli impianti di condizionamento industriale ne risente, anche perché il mercato europeo ristagna e i clienti “tradizionali” - per gran parte comunitari - non hanno molto da spendere.

La conseguenza è una drastica riduzione degli ordinativi - dal trenta al quaranta per cento in meno - che l’azienda cercherà di assorbire rinnovando la cassa integrazione ordinaria, già fatta da settembre a dicembre dell’anno scorso, quando gli operai sono rimasti a casa il lunedì e prima ancora tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012. Ma se allora i sindacati ridimensionavano l’allarme, oggi la situazione preoccupa un po’ di più. Stamattina nello stabilimento è in programma un’assemblea. «Illustreremo ai dipendenti la richiesta dell’azienda», spiega Luca Zuccolotto della Fiom-Cgil. «È un periodo difficile, non lo nascondiamo, perciò ci è stata fatta la richiesta di una proroga della cassa. Certo, a questo punto dobbiamo essere molto vigili per capire se aldilà della congiuntura può esserci un problema strutturale con ripercussioni più pesanti. Ma per adesso non parlerei di situazione critica». Certo è che da tre anni la Clivet risente di periodi difficili, superati prima con ferie e permessi arretrati, poi con la cassa integrazione ordinaria. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa

por lavoro articolo 1 bILANCIO 
di vittorio progetto sviluppo1 bruno trentin